La Regione Lazio lancia un progetto per donne disoccupate con un figlio a carico

Che cosa:
La regione Lazio offre a 12 mila donne senza lavoro e con un figlio a carico la possibilità di trovare un’occupazione o un re-inserimento lavorativo. Le candidate saranno aiutate da organizzazioni riconosciute dalla Regione, con cui costruiranno un percorso personalizzato per il reinserimento lavorativo, sia autonomo sia subordinato. Per le aziende che assumeranno le donne che hanno stipulato un contratto di ricollocazione è previsto un bonus occupazionale e di conciliazione per l’acquisto di servizi per l’infanzia. 

Le misure:
Il bando, del valore di 2 milioni e 500 mila euro, si rivolge a tutte le donne disoccupate o in cerca di occupazione, residenti nel Lazio e con almeno un figlio di età inferiore a 6 anni.

Come:
Le candidature possono già essere mandate sul sito del bando.

 Scadenza
22 luglio 2016 

Per tutte le informazioni sull’iniziativa e per consultare il regolamento del bando puoi visitare il sito ufficiale.

Se desiderate che vi supportiamo nella verifica del vostro cv, inviatecelo a info@respiralavoro.euimages

RICERCA APERTA: INGEGNERE GESTIONALE

Per importante azienda milanese ricerchiamo un ingegnere gestionale, esperto in ambito Logistica.

Il candidato ideale ha maturato esperienza almeno quinquennale nel mondo Logistico ed ha esperienza di gestione magazzini, KPI, coordinamento con altre figure aziendali, in particolare Responsabile Impianti e Infrastrutture e Responsabile Logistica.

Titolo preferenziale una buona conoscenza della lingua inglese, leadership e diaponibilità a spostarsi nel nord Italia per coordinare attività tra i vari magazzini di proprietà con l’obiettivo di attivare processo di miglioramento continuo e omologazione procedure.

Il candidato avrà a disposizione un team già consolidato di 3 persone e risponderà direttamente all’Amministratore Delegato.images

La ricerca ha carattere di urgenza.

Scrivere a info@respiralavoro.eu

RICERCA APERTA: RESPONSABILE COMMERCIALE

Selezione aperta, provincia di Varese, per un Responsabile Commerciale.

La ricerca, rivolta sia a donne che uomini, è rivolta a persone con esperienza nel ruolo di almeno 5 anni.

Il ruolo prevede il coordinamento di un team di persone che operano su due sedi della provincia.

Azienda in fase di ristrutturazione a seguito di fusione con altra azienda non italiana, ricerca persona seria e motivata per ampliamento delle attività seguite e gestite dalla società.

Titolo preferenziale esperienza e laurea in materie economiche, l’azienda è disposta a valutare curricula anche di persone non laureate, ma con esperienza comprovata, che sarà valutata nel corso del colloquio conoscitivo.

Inviare cv a info@respiralavoro.eu13567043_1138756516170767_2417721830882564864_n

RICERCA APERTA: RSPP

RICERCA APERTA:

per azienda in provincia di Milano ricerchiamo un RSPP, responsabile servizio di prevenzione e protezione.

Essendo l’ambito piuttosto particolare, l’inserimento prevede affiancamento, valevole come periodo di prova, all’attuale RSPP in procinto di pensionamento di 3 mesi.

L’inserimento previsto e’ con contratto a tempo indeterminato, a seguito del superamento del periodo di prova.

Per la valutazione del candidato ideale, al quale si richiede esperienza preferenziale nel mondo automotive, è richiesto di inviare cv e attestati di formazione conseguiti accompagnati da stato attuale dei requisiti di legge (crediti) a

Info@respiralavoro.eu.

Ricerca aperta a ambo sessiindex

COSA NON RISPONDERE AD UN COLLOQUIO A QUESTA DOMANDA…

Vi è mai capitato?

Siete chiusi in una saletta, l‘incontro con il selezionatore è andato bene e siete abbastanza certi di aver fatto una buona impressione.

Ma…imagesproprio nel momento in cui siete certi di averlo ammaliato, il selezionatore vi pone a tradimento la seguente domanda: “quale è il suo principale difetto?” .

Vi siete preparati a casa per fornire una risposta accettabile, ma – siamo sinceri – chiunque avrebbe preferito non doverlo fare. Effettivamente è una domanda che viene posta spesso per valutare sia la capacità di reazione del candidato, sia la propria autovalutazione.

Noi selezionatori ascoltiamo quasi sempre le stesse risposte: “sono un perfezionista” oppure “lavoro tanto” o “sono molto testardo“. Io vi consiglio di evitare di dare queste risposte, perché dimostrano che non avete riflettuto molto sulla risposta.

Vi propongo, allora, 4 strategie per rispondere in modo più efficace a questa domanda insidiosa e qualche esempio di ciò che forse è meglio non dire:

  • 1   Parlare di difetti senza collegarli alla posizione per cui vi siete candidati

Io suggerisco di menzionare i difetti che potrebbero avere un impatto minore sulla posizione che andrete a ricoprire. Questo dimostrerà che non siete perfetti, ma soprattutto che questo non andrà ad impattare sul lavoro.

  • 2   Evitare Generalizzazioni

Dovete assolutamente provare ad evitare qualsiasi tipo di generalizzazione. Ad esempio, dire solamente “sono un testardo” non basta, anzi rischia di essere controproducente. E’ preferibile, invece, trovare degli esempi concreti e positivi, in modo che la vostra forza di volontà – e non la vostra testardaggine che può essere negativa – vi ha permesso di superare le difficoltà incontrate o di raggiungere gli obiettivi prefissasti.

Dovete – in altre parole – dimostrare che non è un difetto costante, ma che si presenta solo in determinate situazioni.

  • 3  Ricondurre la conversazione sulle competenze richieste per la posizione.

Potete provare ad eludere la domanda dando una risposta più generica del tipo “tutti abbiamo delle qualità e dei difetti”, salvo poi  iniziare a spiegare quali sono le vostre qualità che meglio si adattano al posto di lavoro proposto.

Se vi mancano delle competenze per la posizione potete utilizzare il suggerimento di Bernard Marr, esperto francese di management, che consiglia di dire: “questa nuova posizione andrà a sviluppare delle nuove competenze come X, che fino ad ora non ho avuto l’opportunità a pieno di mettere a frutto nel mio lavoro. Imparo rapidamente e potrò concentrarmi sullo sviluppo di tutte le competenze richieste”.

Ma fate attenzione: se evitate la domanda il selezionatore potrebbe riproporvela.

  • 4 Parlate di difetti che avete superato o migliorato

Potrebbe essere utile non raccontare i difetti attuali, ma parlare piuttosto della vostra capacità a identificare i vostri difetti e come avete fatto per superarli o per migliorare certi tratti del vostro carattere.

Avete fatto dei corsi di formazione per sviluppare una competenza specifica? Avete cercato consigli di un mentor, di colleghi  o di un manager con maggiore esperienza? Avete semplicemente fatto uno sforzo per cancellare questo difetto? Raccontate al selezionatore cosa avete fatto e che risultati avete raggiunto.

  • 5 Evitate di elencare i seguenti difetti:

Abbiamo già detto dei soliti “sono un perfezionista” o “sono uno/a che lavora tanto” di seguito alcuni difetti che vi consiglio di non dire mai durante un colloquio di lavoro:

  •  «non ho uno spirito di squadra»
  • « Non accetto facilmente le critiche»
  • «Di solito non prendo l’iniziativa o  faccio fatica a  lavorare in maniera indipendente»

E voi avete qualche consiglio da aggiungere sulla base della vostra esperienza?

IMPARARE OGNI GIORNO…DALLE ESPERIENZE.

Immagino che ognuno di voi possa raccontare aneddoti ed episodi di eventi, azioni, reazioni da cui avete imparato qualcosa, tanto da non dimenticarla più!

Vi parlo della mia esperienza di oggi…

Per l’ennesima volta ho capito che devo sempre, e dico SEMPRE, seguire il mio istinto!

Cosa è successo?

Semplice…vengo contattata per una attività, e l’istinto mi dice…no, lascia perdere, questa persona non mi convince. Ma poi la ragione ha il sopravvento, bla bla bla… metto in un angolino silente, ma non silenzioso il mio istinto, e seguo quella attività.

Tanto impegno, salti mortali tra una cosa e l’altra, sacrifici….ma sicuramente mi capite….e oggi cosa scopro??

Che quel cavolo di istinto ha sempre ragione…mannaggia a lui!

E voi? Avete episodi da raccontare? IO ho imparato che devo sempre seguire il mio istinto….e voi?? Cosa avete imparato?

Raccontateci!

Buona serata a tutti!!download (5)

RICERCA APERTA: ADDETTO/A FRONT DESK

Respira Lavoro in collaborazione con Obiettivo Lavoro spa – Agenzia per il Lavoro spa- Filiale di Sassari ricerca per azienda operante nel settore informatico

Addetta/o al front desk

Desideriamo entrare in contatto con risorse che abbiano maturato esperienze in uno dei seguenti settori:

  • Accoglienza presso centri assistenza tecnica
  • Negozi e reparti telefonia
  • Ufficio reclami presso aziende strutturate
  • Cassa centrale presso GDO

I/le candidati/e dovranno possedere ottime competenze informatiche.

Costituiscono requisiti indispensabili l’autonomia nell’utilizzo del computer, velocità di battitura e dimestichezza nell’utilizzo di database.

Si richiede ottima conoscenza dell’inglese e del francese parlato. E’ gradito titolo di studio in materie linguistiche e pregressi soggiorni all’estero.

Le figure ideali dovranno possedere carattere dinamico, doti relazionali, empatia, spiccata attitudine al lavoro in team, organizzazione e gestione del tempo, capacità di adattamento, resistenza allo stress, capacità di ascolto, capacità persuasive e di influenza, capacità di analisi e di sintesi, autocontrollo, gestione delle incertezze e elevato problem solving.

Le risorse, inserite in un ambiente dinamico e stimolante, si occuperanno di gestire correttamente e tempestivamente richieste, di far fronte ai reclami e alle contestazioni presentate dai clienti, gestire problematiche inerenti prodotti informatici e di telefonici. Si interfacceranno con clienti stranieri e si occuperanno di gestire reclami e contestazioni in lingua straniera: è requisito essenziale parlare inglese e francese in modo fluente.

Sede di lavoro: Sassari

Per maggiori informazioni e per inviare il tuo CV, scrivi a info@respiralavoro.eusecretary-32621687-376x250

Fonte: http://www.obiettivolavoro.it

RICERCA APERTA: ADDETTO/A QUALITY CHECK

Respira Lavoro in collaborazione con Obiettivo Lavoro spa – Agenzia per il Lavoro spa- Filiale di Sassari ricerca per azienda operante nel settore informatico

ADDETTO/A QUALITY CHECK

Si richiimages (3).jpegede titolo di studio in materie tecniche/ informatiche, pregressa esperienza nella stessa mansione presso aziende strutturate e/o centri assistenza tecnica operanti nel settore informatica, telefonia, piccoli elettrodomestici.

Si richiede ottima conoscenza della lingua inglese supportata da soggiorni all’estero o da programmi di scambio universitario.

Sono richiesti ottime capacità relazionali e di comunicazione, predisposizione al lavoro in team, autonomia e spiccato orientamento al risultato, capacità di analisi e di sintesi, problem solving.

Sarà compito della risorsa occuparsi di verificare qualità e standard di eccellenza di prodotti tecnici, informatici e di telefonia post riparazione.

Orario di lavoro: part time 20 ore settimanali

Sede di lavoro: Sassari

Per maggiori informazioni e per inviare il tuo CV, scrivi a info@respiralavoro.eu

Fonte: http://www.obiettivolavoro.it

DIAMO RESPIRO ALLA TUA PROFESSIONALITA’!

Lavoro, è operativo il premio di produttività: ecco le istruzioni

Sulla Gazzetta ufficiale del 14 maggio 2016 – numero 112 – è stato pubblicato il comunicato relativo all’entrata in vigore del decreto 25 marzo 2016 del ministero del Lavoro e delle Politiche sociali, in materia di erogazione dei premi di risultato e partecipazione agli utili di impresa con tassazione agevolata.

Il provvedimento attua le norme della legge di Stabilità 2016 (n. 208/2015), dal comma 182 al comma 191, e modifica o integra anche norme contenute nei decreti 81/2015 (articolo 51) e 151/2015 (articolo 14).

Queste le misure decise:

1 – premi di risultato e criteri di misurazione (attuazione comma 182 legge 208/2015). Si stabilisce che i contratti aziendali o territoriali di cui all’articolo 51 del decreto legislativo 81/2015 devono prevedere criteri di misurazione e verifica degli incrementi di produttività, redditività, qualità, efficienza ed innovazione, che possono consistere:
a) nell’aumento della produzione;
b) in risparmi dei fattori produttivi;
c) nel miglioramento della qualità dei prodotti e dei processi tramite:
c1) la riorganizzazione dell’orario di lavoro non straordinario;
c2) il ricorso al lavoro agile quale modalità flessibile di esecuzione del rapporto di lavoro subordinato, rispetto a un periodo congruo definito nell’accordo;

2 – partecipazione agli utili (attuazione comma 182 legge 208/2015). Si chiarisce che:
a)  per somme erogate sotto forma di partecipazione agli utili dell’impresa si intendono gli utili distribuiti ai sensi dell’articolo 2102 del codice civile : “Se le norme corporative o la convenzione non dispongono diversamente, la partecipazione agli utili spettante al prestatore di lavoro è determinata in base agli utili netti dell’impresa, e, per le imprese soggette alla pubblicazione del bilancio, in base agli utili netti risultanti dal bilancio regolarmente approvato e pubblicato”;
b) agli utili distribuiti si applica l’articolo 95 comma 6 del Dpr 917/1986: “Fermo restando quanto disposto dall’articolo 109, comma 9, lettera b) le partecipazioni agli utili spettanti ai lavoratori dipendenti, e agli associati in partecipazione sono computate in diminuzione del reddito dell’esercizio di competenza, indipendentemente dalla imputazione al conto economico”;

3 – coinvolgimento paritetico dei lavoratori (attuazione comma 189 legge 208/2015)
Con questo comma si stabilisce che l’ aumento da 2mila a 2.500 euro per le aziende che coinvolgono pariteticamente i lavoratori nell’organizzazione del lavoro può avvenire solo in presenza di un piano che stabilisca, a titolo esemplificativo, la costituzione di gruppi di lavoro nei quali operano responsabili aziendali e lavoratori finalizzati al miglioramento o all’innovazione di aree produttive – o sistemi di produzione – e che prevedano strutture permanenti di consultazione e monitoraggio degli obiettivi da perseguire;

5 – voucher
Si chiarisce che l’erogazione di beni, prestazioni, opere e servizi previsti dal Dpr 917/2016, articolo 51 comma 3-bis può avvenire anche attraverso il rilascio di documenti di legittimazione nominativi, in formato cartaceo o elettronico che comunque non concorrono alla determinazione del reddito da lavoro dipendente. Derogando al Dpr, si potrà cumulare in un unico documento di legittimazione nel rispetto dei limiti di importo previsti;
6 – efficacia
Il provvedimento si applica a partire dal periodi di imposta 2016 e in quelli successivi.images (1)

GRANDE NOVITA’ A RESPIRA LAVORO

download (1)

La nostra identità resta immutata, nulla del nostro approccio innovativo subirà modifiche,ma ci teniamo molto a comunicare a tutti quelli che ci seguono e credono in noi e nella nostra professionalità, che abbiamo concluso patnership con Obiettivo Lavoro.

La collaborazione ci permetterà di essere ancor più efficaci in alcuni dei servizi che vi offriamo, rendendo il processo di ricerca di lavoro ancor più snello.

Abbiamo sempre voluto distinguerci per l’attenzione alla persona e la cura nel rapporto con chi si fida e affida a noi.

Tutto quello che stiamo costruendo lo stiamo facendo per voi, per offrirvi un servizio sempre migliore.

Speriamo che questo vi dia soddisfazione quanto la sta dando a noi!

RespiraLavoro e Obiettivo Lavoro: diamo respiro alla vostra professionalità!

RICERCA URGENTE

images (2)     Ricerchiamo con urgenza a FIUMICINO:

persona seria e motivata per inserimento in azienda in forte espansione operante in ambito aeroportuale.

L’Azienda è specializzata nella vendita di prodotti legati alla catena del freddo nel settore ospedaliero, farmaceutico, alimentare e nei settori industriali della logistica.

Il o la candidata ideale dovrebbe possedere preferibilmente:

  • conoscenza della lingua inglese (parlata/scritta) a livello medio e superiore, in grado di relazionarsi con clienti italiani e stranieri sia al telefono che per iscritto;
  • Precisione e puntualità nei compiti che gli verranno affidati;
  • Flessibilità nei compiti assegnati;
  • Residenza in zona limitrofa a Fiumicino;
  • Disponibilità a lavorare 8 ore al giorno; indicativamente l’orario di lavoro sarà 9.00-13.00-14.00-18.00,  dal LUN-VEN, con richiesta di disponibilità in caso di necessità ad anticipare entrata o posticipare l’uscita dall’ufficio;
  • Titolo di preferenza (ma non tassativo) è la provenienza da ambiti aeroportuali o spedizionieristici;
  •  Automunito/a.

L’inserimento iniziale avverrà attraverso stage, finalizzato all’assunzione se in presenza dei requisiti e della disponibilità richiesti.

Dettagli sulla mansione, di tipo impiegatizio, verranno forniti nel corso del colloquio di selezione.

L’Azienda offre l’opportunità di svolgere, nella fase iniziale, corsi di formazione “in-house”, volti ad acquisire le competenze base per lo svolgimento della mansione.

Qualora il rapporto di collaborazione dovesse formalizzarsi  in contratto  di lavoro, l’Azienda offrirà alla risorsa possibilità  di crescita in un ambiente giovane e dinamico in forte crescita oltre a percorsi formativi  all’Estero (EU).

Inviare la propria candidatura a info@respiralavoro.eu

 

MINI GUIDA PER IL COLLOQUIO PERFETTO…

Ecco una mini-guida dedicata a come affrontare la partecipazione ad una selezione, iniziando dal primo passo: come presentare il proprio curriculum ad una azienda o ad una agenzia per il lavoro.

Oramai la stragrande maggioranza delle selezioni prevede l’invio di una e-mail, la compilazione di format su siti web aziendali o l’utilizzo di siti per la pubblicazione annunci e raccolta delle candidature. In ognuna di queste modalità esiste la possibilità di allegare una lettera motivazionale.

La lettera di presentazione non è un accessorio inutile: i selezionatori la leggono!

Vogliono sapere quali sono le tue motivazioni per la candidatura alla specifica azienda o posizione, specialmente quando il profilo non risulta completamente allineato.

Quali informazioni deve contenere una lettera di presentazione?

  1. L’indicazione della selezione per la quale ti stai candidando o l’informazione che si tratta di una auto-candidatura;
  2. Una breve descrizione di te: chi sei in termini di studi e/o esperienze fatte (massimo 2 righe);
  3. Perché stai mandando quella candidatura: cosa ti interessa di quella posizione o azienda (massimo 3 righe);
  4. Cosa ti rende il candidato ideale: cosa hai da offrire, cosa rende il tuo profilo conforme alle necessità dell’azienda (massimo 3 righe).

Nel complesso questa lettera dovrebbe essere lunga non più di 10 righe e concentrare le informazioni utili a far capire al selezionatore che il candidato ideale sei tu. Lettere più lunghe risultano inefficaci: racconterai a colloquio tutto ciò che hai da dire, ora l’obiettivo è dare quelle poche indicazioni che possono facilitare la scelta del recruiter di contattarti per un approfondimento.

Ovviamente la lettera – così come il curriculum – deve essere aggiustata  per renderla efficace per la specifica posizione. Mi è capitato di ricevere lettere di presentazione intestate ad altre aziende: al di là dell’errore umano, è inevitabile pensare che il candidato sia poco preciso o che non sia più di tanto motivato. Non proveresti fastidio anche tu, se ricevessi una comunicazione diretta a te ma con il nome di un’altra persona?

Dulcis in fundo: la lettera di presentazione è importante anche se stai inviando un’autocandidatura. Serve a far capire a quella azienda che la conosci, e che hai interesse a lavorare proprio per loro.

Evita di mandare il tuo curriculum  con una stessa e-mail a più aziende: è come se stessi dicendo che per te quelle realtà sono tutte uguali, una vale l’altra.

Evita di mandare il tuo curriculum senza indicare nulla  nel testo della mail: suona maleducato. Se proprio non hai voglia di scrivere una lettera, aggiungere un buongiorno non ti costerà granché!!!

Per altre informazioni essenziali scrivi a info@respiralavoro.eu. Ti aiuteremo ad avere

supradaccesso al tuo prossimo colloquio!