I fondi interprofessionali e la loro utilità per le aziende, a che punto siamo?

Vi pongo una domanda provocatoria per capire come potrebbero essere più utili i fondi per la competitività delle aziende italiane anche alla luce della digital trasformation e dei processi di cambiamento in atto.

A parte il fatto oggettivo che grazie ai fondi, la formazione continua in Italia ha avuto una maggiore attenzione ed incremento: tuttavia come potrebbero essere maggiormente “virtuosi” nel loro scopo?

Una possibile lista non esaustiva:

1) riducendo i tempi di valutazione dei piani formativi connessi a bandi/avvisi;

2) riducendo l’iter burocratico/amministrativo nella gestione delle pratiche di finanziamento;

3) approntando un sistema di monitoraggio e data analysis più articolato utile sia alle aziende, sia alle istituzioni regionali-ministeriali (certamente in questo caso ci deve essere anche la disponibilità delle parti sociali e delle singole aziende a conferire dati);

4) approntando strumenti e modalità di finanziamento che incoraggino pratiche formative, modelli organizzativi ed operativi innovativi. Penso anche all’uso ludico-formativo (interno ed esterno) della gamification, della realtà aumentata, della realtà virtuale e quant’altro.

Considerate questo spazio come una bacheca virtuale in cui poter raccontare le vs esperienze e domande….

 

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...