REGIONE ABRUZZO: AVVISO PUBBLICO PER IL FINANZIAMENTO DI INTERVENTI FORMATIVI

Un nuovo e atteso intervento della Regione Abruzzo per le Politiche Attive di gestione delle crisi aziendali: l’AZIONE 1 FORMAZIONE PER LA CRESCITA.

COSA FINANZIA 
Progetti formativi monoaziendali finalizzati alla riqualificazione del personale occupato e/o al rafforzamento delle competenze di tipo manageriale.  

Sono finanziabili le seguenti Linee:  

Linea 1: Interventi di formazione diretti al personale neoassunto al fine di consolidarne la posizione in azienda;  

Linea 2: Interventi formativi di potenziamento del management delle MPMI collegati ad obiettivi di rilancio aziendale e/o alla riconversione, e/o alla costituzione di nuovi rami di azienda per offrire nuovi prodotti, per aggredire nuovi segmenti di mercato o nuovi mercati.  

Le imprese possono candidarsi per entrambe le Linee 1 e 2. 

A CHI SI RIVOLGE 

Linea 1)  

lavoratori neoassunti a tempo indeterminato o determinato a far data dal 6 dicembre 2016 o soggetti da assumere entro l’avvio del Progetto formativo. Tali lavoratori, prima dell’assunzione, devono risultare disoccupati percettori di ammortizzatori sociali (mobilità ex legge 223/91 anche in deroga, Naspi, Aspi, Discoll) o disoccupati che abbiano, a far data dall’1.1.2015, usufruito di ammortizzatori sociali (mobilità ex legge 223/91 anche in deroga, Naspi, Aspi, Discoll). I lavoratori devono essere residenti in Abruzzo alla data di pubblicazione del presente avviso ed iscritti ad uno dei Centri per l’Impiego della regione Abruzzo prima dell’assunzione.  

Costituisce fattore premiale la presenza di:  

- lavoratori assunti entro l’avvio dell’attività formativa attraverso Garanzia Over Abruzzo,

- lavoratori che al momento dell’assunzione abbiano compiuto il 45° anno di età,

- lavoratori provenienti da imprese abruzzesi in situazioni di crisi aziendale o di settore.  

Le assunzioni a tempo indeterminato/determinato possono essere  part time, purché di durata non inferiore al 50% dell’orario normale di lavoro stabilito dal CCNL applicabile. 

L’impresa deve garantire la permanenza del contratto a tempo indeterminato degli allievi formati per i successivi 12 mesi decorrenti dal termine dell’intervento formativo presso la sede operativa ubicata nel territorio abruzzese. 

Nel caso di neo assunzioni a tempo determinato, l’impresa deve procedere alla trasformazione a tempo indeterminato entro la data di conclusione dell’intervento formativo e garantire la permanenza del rapporto di lavoro per i successivi 12 mesi decorrenti dal termine dell’Intervento formativo presso la sede operativa ubicata nel territorio abruzzese.  

 Linea 2)  

manager già in forza presso l’azienda, a prescindere dalla forma contrattuale, il titolare, i soci non dipendenti, gli amministratori, i consiglieri. 

I Progetti formativi devono rispondere a strategie di sviluppo aziendale. La formazione può essere associata ad esempio all’adattamento dei lavoratori alle innovazioni (nuovi macchinari, nuovi strumenti, nuovo software, nuovi processi, nuovi mercati) o ad una migliore o più efficace attuazione delle strategie organizzative aziendali (job rotation, job enrichment, job sharing). La formazione può essere finalizzata a favorire l’adesione alla Carta di Pescara. Non è finanziabile la formazione generale (es. consulenza fiscale, legale etc), trasversale o obbligatoria prevista dalla normativa nazionale o regionale.   

INTENSITÀ DI AIUTO  

Dal 60 al 100% a seconda se MPM impresa e del tipo di aiuto richiesto (De minimis 100%, aiuti alla formazione 60-70%). 

La quota di cofinanziamento privato può essere assicurata dal mancato reddito dei lavoratori in formazione. 

(20 punti se 10% di cofinanziamento in più rispetto al minimo previsto) 

CHI PUÒ PRESENTARE LA DOMANDA 

Le MPMI (micro, piccole e medie imprese) del settore privato, incluse le cooperative, aventi una sede legale e operativa nella regione Abruzzo oppure aventi sede legale fuori dall’Abruzzo ma almeno una sede operativa ubicata nel territorio regionale.  

(Da 2 a 20 punti in più se impresa aderente alla Carta di Pescara, ricordiamo che l’adesione alla Carta di Pescara è gratuita, ma consente alle aziende di ricevere in cambio molte agevolazioni.