Trovare lavoro dopo i 40 anni? Si può!

Inglesi e americani la chiamano ageism, la discriminazione che si può subire sul lavoro o in altri aspetti della vita per via dell’età avanzata.

Non è così inconsueta, se si pensa alle forme di emarginazione sociale che subiscono le donne con le rughe, o con i capelli bianchi.

Nel lavoro poi, il rischio di discriminazione per l’età, di vedersi sempre preferire trentenni fresche di master, magari senza figli, e meno costose, è ancora più concreto.

Però ci sono dei modi per risolvere quel che sembra un problema insormontabile:
come trovare lavoro superati i 40 anni.

Ecco i nostri 7 consigli.

1 Frequenta un corso di specializzazione
Se non hai una specializzazione, ma c’è un settore in cui ti senti più preparata, frequenta un corso breve per conseguire un titolo. Non c’è bisogno di tornare all’Università o pagare un costoso Master: per esempio, hai mai sentito parlare dei MOOC? I Massive Open Online Courses sono dei corsi, aperti e gratuiti disponibili in rete, pensati per una formazione a distanza che coinvolga un numero elevato di utenti.
2. Studia il mercato del lavoro
Che cosa vuole il mercato del lavoro oggi? Quali sono le figure più richieste? Sono queste le domande che dovresti porti, e subito dopo: Sarei adatta per ricoprire uno di quei ruoli? Che cosa dovrei fare per diventarlo?

3. Impara a tradurre le tue passioni in business
Se ti piace cucinare, o sei bravissima nell’ospitare le persone, non liquidarli immediatamente come passatempi. Tutto il mercato dei consumi “di conforto”, la buona cucina di una volta, l’ospitalità domestica per il turismo, stanno ricevendo una spinta enorme. Se invece la tua passione è scrivere, il web offre un vasto spazio anche ai non giornalisti! In breve: individua la tua passione, quello che ti viene bene anche senza sforzo, e cerca di capire se e come potrebbe diventare una fonte di guadagno

4. Crea una rete di contatti
Iscriversi a un social network focalizzato sul lavoro e le carriere aiuta: è un’ottima vetrina, e aiuta a creare i contatti giusti

5. Cerca un mentor

Hai mai sentito parlare dei mentor? Sono figure professionali che hanno la possibilità, riconoscendo il tuo valore, di aiutarti, darti consigli, spronarti. Non è la classica raccomandazione, è una scuola di vita che aiuta a crescere professionalmente e a credere in se stessi. Non sono soltanto i giovani, ad avere bisogno di mentorship!

6. Dimentica le tue vecchie idee sul lavoro
è un mondo che sta cambiando in fretta, e per essere al passo devi mettere da parte le tue convinzioni sul posto fisso, il full time, la rigidità di certe abitudini. Se diventi flessibile, tutto diventerà più facile

7. Nei colloqui di lavoro, affronta di petto i pregiudizi sull’età
Se finalmente ottieni un colloquio, cerca di portare l’attenzione sul tuo entusiasmo, sul valore che puoi portare nell’azienda. Questo dovrebbe far passare in secondo piano il fatto che magari il tuo probabile capo ha dieci anni meno di te…

Infine quello che diciamo sempre è:

Dopo i 40 anni non si è più così giovani da non avere esperienza, ma non si è nemmeno così vecchi da non poter imparare!
E allora forza!!

# RespiraLavoro!!