Benessere in azienda, questo sconosciuto??

Uno studio del Top Employers Institute, un ente di certificazione riconosciuto a livello globale che valuta le eccellenze di lavoro messe in atto dalle imprese, conferma una vecchia intuizione resa celebre da Henry Ford all’inizio del Novecento in America, quando iniziò l’assemblaggio in serie delle automobili: «Il capitale più straordinario che ha un’azienda non sono le fabbriche, i mezzi di produzione o le disponibilità finanziarie, ma sono i dipendenti. Il vero tesoro per un capitano d’impresa è chi lavora».

Allora ci chiediamo perché, nonostante queste ottime indicazioni, tantissimi professionisti cerchino di cambiare lavoro non tanto per le condizioni economiche e nemmeno per la distanza da casa, bensì lo vogliamo cambiare proprio perché non soddisfatti dell’ambiente di lavoro.

La ricerca di Top Emplyers, che si è svolta per cinque anni, dal 2011 al 2015, e che ha motitorato i principali indici borsistici mondiali, documentano un sensibile incremento dei titoli azionari e del fatturato nelle aziende che non snobbano i dipendenti e investono nella loro crescita.

Siamo certi che un buon contesto lavorativo sia necessario tanto nelle grandi aziende, che nelle piccole e medie.

Dunque, le aziende certificate a livello globale – che, ricordiamolo, sono quelle che investono sul personale, che adottano le migliori esperienze, procedure e azioni a favore dei dipendenti –  ottengono risultati sensibilmente migliori dell’andamento medio del mercato rispetto alle aziende che non si curano dei propri dipendenti o che li trattano come un peso e non come una risorsa.

Vorremmo davvero che le aziende si orientassero verso il benessere in azienda,ma, se il contesto in cui ti trovi non ti soddisfa, ti crea ansie e stress, ti demotiva, allora contattaci.

Ti aiuteremo a trovare una soluzione per te!

#RespiraLavoro