Egocentrici, ma non al centro del mondo

Essere egocentrici nel lavoro, non sempre vuol dire porsi al centro del mondo (lavorativo).

Cosa si intende quindi?

Essere centrati sui propri obiettivi, ma non voler necessariamente accentrare le attività che, per contro, può risultare controproducente.

Imparare a delegare, per crescere come leader di un gruppo e far crescere il proprio team.

Non è banalmente il “non conformarsi”, bensì il cercare di affermare la propria unicità, le proprie competenze.

Individuare i propri principi, gli elementi rappresentativi di se:

Coerenza verso se stessi che diventerà punto di forza!

In un quadro nel quale le aziende si trasformano velocemente occorre farsi trovare pronti al cambiamento nel quale risiedono le opportunità migliori.

Spesso diciamo che il vero errore è non provare, perché spesso è solo sbagliando, ed essere veloce nel correggersi, che porta al miglioramento.

E quindi valorizzare il proprio egocentrismo professionale, se orientato a migliorare se stessi e il proprio team!

Essere “capo”, al di là di tutto, significa mettere insieme carie abilità e gestire persone diverse, che nel tempo possono cambiare.